Come eseguite la “Rimozione sicura” dei dispositivi

Scritto da Stefano | 9 febbraio, 2011

E’ importante eseguire la “Rimozione sicura” dei dispositivi come richiede Windows? la risposta non può che essere .

Se estrai una scheda di memoria dal lettore o un’unità esterna dalla sua porta USB mentre Windows sta leggendo o scrivendo dei dati, potresti ritrovarti con dei files corrotti, supporti illeggibili o entrambi. Il problema è che non è sempre facile capire quando un’applicazione Windows è in lettura o scrittura sul dispositivo. Infatti, tutto potrebbe sembrare fermo dal punto di vista della lettura/scrittura, ma potrebbe esserci un programma che fa qualcosa in background.

Questo è il motivo per cui è essenziale utilizzare l’opzione di rimozione sicura dell’Hardware, anche se questa è nascosta e leggermente confusa.

…l’articolo continua »

Come decifrare i segnali acustici del PC

Scritto da Stefano | 9 febbraio, 2011

Hai sentito dei bip all’accensione del tuo PC, e ti chiedi cosa significa?
Questi segnali acustici provengono dal BIOS (un piccolo programma integrato nella scheda madre) del tuo computer, ed è il modo con cui comunica. All’avvio del computer il BIOS effettua un test per verificare che il computer funzioni correttamente (POST Power On Self Test). Normalmente gli errori vengono visualizzati sul monitor ma, se il test che fallisce viene eseguito prima della verifica della scheda video, l’unico modo che il computer ha per segnalare l’errore è emettere una serie di bip per indicare l’errore stesso.

…l’articolo continua »

È davvero necessario eseguire l’aggiornamento di Windows?

Scritto da Stefano | 8 febbraio, 2011

Anche se è perfettamente naturale essere infastiditi dagli infiniti avvisi ‘sono disponibili nuovi aggiornamenti‘ di Windows, non è una buona idea di ignorarli. Lo si fa a proprio rischio e pericolo.

La stragrande maggioranza degli aggiornamenti (che arrivano sul vostro computer per gentile concessione dello strumento Windows Update) riguardano la sicurezza. Microsoft normalmente invia correzioni per i buchi di sicurezza appena scoperti, aggiunge le definizioni di malware per le sue utilità Windows Defender e Security Essentials, rafforza la protezione di Office e così via. E non bisogna dimenticare gli occasionali hotfix, che possono risolvere gravi problemi, come blocchi casuali del sistema.

In altre parole; sì, è assolutamente necessario l’aggiornamento di Windows. Ma non è necessario che Windows ci infastidisca ogni volta.

Vediamo come eliminare la maggior parte degli avvisi d’aggiornamento.

…l’articolo continua »

Due semplici scorciatoie per il mouse da sapere assolutamente

Scritto da Stefano | 7 febbraio, 2011

Chi segue questo blog da qualche tempo, conosce la mia predilezione per le scorciatoie da tastiera. Non bisogna però dimenticarsi del mouse, che a volte ci permette di risparmiare secondi preziosi mentre si lavora.

Supponi, per esempio, di lavorare ad un documento e voler applicare il grassetto ad una parola. La maggior parte delle persone prende il mouse, fa clic e tenere premuto il pulsante sinistro, quindi lo trascina per selezionare la parola. Certo, in questo modo si è selezionata la parola, ma il metodo è lento e impreciso.

…l’articolo continua »

Errori e rallentamenti in Outlook dopo l’aggiornamento del 14 dicembre

Scritto da Stefano | 4 gennaio, 2011

Dall’aggiornamento del 14 dicembre 2010, su diversi computer da me provati, Outlook 2007 ha subito notevoli rallentamenti, specialmente nel passaggio da una cartella all’altra. All’inizio non era molto fastidioso ma ultimamente non riuscivo più a sopportarlo. Mi sono messo a cercare la causa di questo problema ed ecco cosa ho scoperto.

Il problema è dovuto all’aggiornamento KB 2412171 rilasciato il 14 dicembre del 2010.

Vediamo inanzitutto i possibili sintomi:

  • Rallentamento delle prestazioni quando si cambia cartella, specialmente cartelle in differenti file di archiviazione. 
  • Perdita delle funzionalità di archiviazione
  • Errori nela ricezione di posta su account che usano la Secure Password Authentication (SPA) o connessioni Outlook Aniwere (RPC su HTTP) che utilizzano l’autenticazione NTLM. In particolare questo problema ha colpito molti utenti GMail che controllano la loro posta con Outlook.

Microsoft sta investigando sul problema e si spera che a breve rilascerà un ultriore aggiornamento.

Ma nel frattempo, come correggere l’errore?

…l’articolo continua »

Limitare gli utenti che vedono un post su Facebook

Scritto da Stefano | 8 novembre, 2010

Facebook è uno strumento meraviglioso per rimanere connessi ad amici e parenti, il problema è che qualche volta vorremmo che le cose che scriviamo fossero visibili solo ad alcuni amici.
Ad esempio, se volessi fare una sorpresa a mia moglie e cercassi pareri tra i miei amici di Facebook, dovrei stare attento perché abbiamo molti amici in comune e anche lei è mia amica. Come riuscire quindi ad ottenere pareri, idee e consigli, senza che lo venga a sapere?

Bene, ecco come è possibile farlo:

…l’articolo continua »

Rimuovere la formattazione in OpenOffice

Scritto da Stefano | 28 ottobre, 2010

Ti sei mai trovato di fronte ad un documento che credevi di aver finito, ed accorgerti che la formattazione sembra molto brutta?

Sembra incoerente, confusa, e non come avevi previsto.

In questa particolare situazione, a volte è meglio rimuovere completamente la formattazione e quindi impostare il testo in modo che la formattazione corrisponda a quello che avevamo in mente.

Con questo obiettivo in mente, vediamo se esiste un metodo rapido per completare l’attività…
…l’articolo continua »

Usare il segno uguale in Excel

Scritto da Stefano | 21 ottobre, 2010

Direi che Excel ha un problema quando si cerca di digitare il segno uguale (=) in una cella senza voler avviare una formula, in altre parole quando si vuole trattare il segno di uguale come testo invece di voler iniziare a scrivere una formula.
Il mio Excel 2007 mi permette di scrivere il segno uguale da solo, ma appena aggiungo qualsiasi carattere dopo il segno, mi appare il messaggio “#NOME?”.
Dato che ho appena citato il fatto di trattare l’uguale come testo, potresti aver pensato di cambiare il formato della cella in testo.
Buona idea!
Però,… che spreco di tempo; prendi il mouse e vai in cerca dei giusti menu perla formattazione. E’ un sacco di lavoro solo per modificare la formattazione di una singola cella. Poi sei sicuro che funzionerà?
…l’articolo continua »

Guadagnare spazio per l’area di lavoro di Excel

Scritto da Stefano | 21 ottobre, 2010

Lotti continuamente con excel per far rimanere l’intero foglio all’interno del monitor?

Non riesci a vedere abbastanza dati contemporaneamente per colpa del monitor troppo piccolo o di un foglio di lavoro di grandi dimensioni?

In entrambi i casi, sarebbe bello poter vedere di più senza ridurre la percentuale dello zoom – dopotutto la vista è già abbastanza affaticata – non bisogna certamente diventare strabici solo per leggere tutti i giorni documenti troppo piccoli.

Mentre non posso fare nulla per quanto riguarda la dimensione del monitor e non posso cambiare troppo  la quantità di spazio necessario per il funzionamento di Excel, ho però un paio di suggerimenti che forse ti offriranno quel poco di spazio extra per il foglio di lavoro che ti serve per lavorare in modo più efficiente.

…l’articolo continua »

Google: Cambiare la password due volte l’anno per essere sicuri

Scritto da Stefano | 20 ottobre, 2010

Cambia le tue password due volte l’anno e non riutilizzarle. Questo è uno dei suggerimenti che Google ha elencato in una lista della sicurezza online che aiuta le persone a rimanere un passo avanti ai truffatori.

Con più utenti che ora diffidano dei messaggi di spam, i truffatori si concentrano sempre più sui servizi Web popolari come Facebook, Gmail, Yahoo e Hotmail. Penetrano negli account e quindi inviano i loro messaggi ai contatti della vittima, sperando che lo spam sia più efficace perché proveniente da un amico. “E’ molto più probabile che una persona risponda ad un messaggio inviato da un mittente conosciuto,” ha affermato Andrew Brandt, dirigente del settore ricerca minacce del fornitore di software antivirus Webroot, parlando tramite messaggi istantanei.

Lo spam può includere collegamenti a siti web para farmaceutici fraudolenti, pagine di richiesta dati o appelli di donazione. In una truffa perpetrata per più di un anno, il criminale, ha finto di essere intrappolato in un paese straniero e chiedeva agli amici della sua vittima di inviargli del denaro.

…l’articolo continua »