Tutorial IPv6-parte 2: nuove funzionalità, il routing

Scritto da Stefano | 4 aprile, 2011

Nel primo post della serie sull’IPv6, abbiamo visto perché bisognerebbe iniziare con l’IPv6: l’IPv6 arriverà presto nelle nostre reti, che ci piaccia o no. Gli ingegneri di rete hanno un paio di altri motivi da offrirci, e questo è il tema dei prossimi due articoli. Le nuove caratteristiche dell’IPv6 non sono veramente nuove, perché il protocollo esiste già da più di 10 anni. Per questo motivo, non voglio solo ripetere le descrizioni delle funzionalità, che potete leggere su innumerevoli altri siti, ma preciserò il mio punto di vista sul significato di questi miglioramenti.

…l’articolo continua »

Diagnostica della memoria – breve introduzione

Scritto da Stefano | 31 marzo, 2011

Gli errori fisici di memoria non capitano spesso, ma quando si verificano sono fatali. A volte non causano solo il crash del sistema operativo, ma possono causare anche il danneggiamento del disco rigido. Nel peggiore dei casi, il risultato e un database distrutto. Questo solo perché una delle miliardi di celle di memoria ha confuso uno zero con un uno. Le memorie ECC (Error Correcting Code) aumentano la tolleranza dell’errore, ma sono costose e sono costose anche le schede madri che le supportano. E, naturalmente, le ECC non garantiscono che non si verifichino guasti alle RAM.
…l’articolo continua »

Tutorial IPv6 – Parte 1: Si comincia!

Scritto da Stefano | 31 marzo, 2011

Probabilmente avrete sentito la notizia che Internet è in difficoltà. L’ultimo blocco di indirizzi IP è stato assegnato dai registri Internet regionali. Tuttavia, considerando che il NAT è un meccanismo efficiente per ovviare alla carenza di indirizzi IP pubblici, non sperimenteremo veramente tanto presto questo problema.

Carenza di indirizzo IPv4

Questo vale solo per i paesi sviluppati. I paesi in via di sviluppo, soprattutto nei mercati emergenti, sono solo all’inizio della costruzione delle loro infrastrutture Internet. Per loro, il NAT probabilmente non è una soluzione reale perché è necessario almeno un certo numero di indirizzi IP pubblici per essere in grado di comunicare in modo efficiente con il resto del mondo. Quindi, questi paesi probabilmente cominceranno ad introdurre l’IPv6 rapidamente.

Questo aumenterà la pressione anche sui paesi che già dispongono di un’infrastruttura Internet sviluppata. Anche se ci sono dei modi perché le reti IPv4 e IPv6 siano in grado di comunicare, il fatto che l’IPv6 introduce parecchie nuove caratteristiche causerà problemi quando il traffico IPv6 deve essere trasferito alle reti solo IPv4.

…l’articolo continua »

Quanto consuma il mio computer?

Scritto da Stefano | 15 marzo, 2011

Qualche giorno fa’, un amico mi ha chiesto quanto consumo tenendo il computer sempre acceso.

Al momento non ho saputo cosa rispondere, sicuramente poco ma quanto esattamente non lo sapevo. Ho iniziato ad avere qualche dubbio perchè, oltre al computer con diversi hard disk e dispositivi connessi, ho anche due monitor che non sono recentissimi. Se facessi dei conti con i dati di targa dei monitor e la potenza dell’alimentatore, il risultato sarebbe veramente impressionante. Nelle targhe dei due monitor si legge che la corrente massima è di 1 ampere per il più recente e di q1,2 ampere per il più vecchiotto. Impossibile, un totale di 484 watt per i soli monitor a cui si aggiunge l’alimentatore del computer che è da 500 watt per un totale di 984 watt. Ovviamente questo dato è impossibile, è il valore oltre al quale il mio sistema non potrà mai andare. Ma allora, qual’è la potenza mediamente consumata dal sistema?

…l’articolo continua »

Porte stile Star Trek: l’ultima novità nei serramenti

Scritto da Stefano | 7 gennaio, 2011

Chi non ha mai immaginato di avere le porte stile Star Trek? Quelle che si aprono automaticamente al passaggio ed emettono quel caratteristico suono?

Be certo, dall’immaginazione alla realizzazione vera e propria, il passo è lungo… ma non per tutti.

Marc Devidts, appassionato di Srar Trek, ha pensato di tramutare questo sogno in realtà ed ha realizzato una porta automatica alimentata ad aria compressa per accedere alla propria camera da letto.

Marc per anni ha solo sognato di costruire una porta stile Star Trek, ma andava ancora a scuola e viveva con la madre. Sua madre, semplicemente, non comprendeva i chiari vantaggi di avere una porta di questo tipo in casa. Ma dopo l’uragano Katrina, hanno dovuto rinnovare la loro casa e sua madre ha dovuto cedere al suggerimento più logico e più facile di sostituire la porta.

…l’articolo continua »

Tieni la tastiera pulita e priva di germi

Scritto da Stefano | 31 agosto, 2010

Buon Giorno-della-pulizia-della-tastiera!

Ok, è una sciocchezza, ma pensate: quand’è stata l’ultima volta che hai pulito la tastiera oltre che rimuovere le briciole che ci sono cadute sopra?

Nel tempo, tutte le tastiere accumulano polvere, briciole e altra sporcizia quotidiana. Tutto quello che serve, per esempio al tasto G, per smettere di funzionare è qualcosa depositato sotto.

…l’articolo continua »

Il mio CD-R o DVD+R funzionerà ancora tra 10 anni?

Scritto da Stefano | 21 luglio, 2010

Kurt Gerecke di IBM Deutschland GmbH ha causato molto scalpore in gennaio, quando ha dichiarato che “a differenza dei CD originali, i CD masterizzati hanno una vita relativamente più breve, compresa tra i due e cinque anni, a seconda della qualità del CD”. Da allora, la sua stima è stata più volte citata come dato di fatto.

…l’articolo continua »

Decidere tra VGA, DVI e HDMI per la connessione al monitor

Scritto da Stefano | 23 giugno, 2010

Ormai sempre più monitor per PC presentano più di un ingresso. Sicuramente il più datato ingresso VGA, più recentemente è stato affiancato da un connettore DVI ed ultimamente si trovano monitor con anche l’ingresso HDMI. A volte i costruttori allegano al monitor solo un cavo VGA. Qual’è allora il collegamento migliore tra PC e monitor? Basta il cavo presente nella confezione o bisogna acquistare un altro cavo?

…l’articolo continua »

Un semplice trucco per riparare un connettore di rete rotto

Scritto da Stefano | 22 giugno, 2010

Hai mai rotto il connettore di un cavo di rete o Ethernet? Probabilmente è successo nel momento meno opportuno, quando non potevi o no nvolevi uscire a comprarne uno in sostituzione. Se hai solo uno o due connettori rotti, probabilmente non vale la pena di acquistare una pinza nuovi connettori RJ45. Questo tucco veloce, intelligente e poco costoso proposto da Instructables rende rapido lavoro di riparazione di un connettore Ethernet con un taglierino, pinze, tronchesino e due fascette.

…l’articolo continua »

Cinque consigli per il raffreddamento del case

Scritto da Stefano | 13 maggio, 2010

1 – Le ventole più grandi possono raffreddare più silenziosamente di quelle più piccole

Se il case del tuo PC te lo permette, scegli ventole da 120mm a basso numero di giri al posto di quelle da 92mm o 80mm.  Una ventola da 120 mm con velocità di rotazione minore può spostare lo stesso volume d’aria di una ventola più piccola che ha bisogno di girare più velocemente per spostare la stessa quantità d’aria. Più la ventola gira veloce più sarà il rumore prodotto, ventole più grandi aiutano a diminuire la rumorosità del computer.

…l’articolo continua »